logo

TLC: assurdo concedere alle compagnie telefoniche la sospensiva per gli sconti sulle bollette per la tariffazione a 28 giorni. I cittadini hanno diritto ad avere risposte in tempi rapidi.

Nei giorni scorsi abbiamo espresso grande soddisfazione per le decisioni dell’Agcom in merito agli sconti da applicare in bolletta per la tariffazione telefonica a 4 settimane illegittimamente applicata dagli operatori del settore. Ora però i risultati che sembravano ormai raggiunti subiscono un nuovo stop a causa della incomprensibile decisione con cui il TAR del Lazio ha accolto la richiesta di sospensiva presentata dalle compagnie proprio in merito al pronunciamento dell’Authority.
“La concessione della sospensiva ci appare totalmente illogica e rappresenta l’ennesimo capitolo di una storia che avrebbe dovuto essere conclusa già da tempo. Non è tollerabile allungare ulteriormente i tempi della vicenda e renderla ancora più complicata a scapito dei consumatori” – dichiara Emilio Viafora, Presidente di Federconsumatori. 
I cittadini coinvolti hanno diritto a sapere al più presto quale soluzione verrà applicata in bolletta senza dover attendere gli esiti di quello che ormai sta diventando una sorta di conflitto a distanza tra l’Authority e il Tribunale a colpi di pronunciamenti, rinvii e sentenze e le cui conseguenze si ripercuotono appunto sui consumatori. 
A tale proposito è urgente trasmettere un messaggio forte e deciso, mettendo finalmente un punto fermo alla questione e facendo prevalere le ragioni dei consumatori sugli interessi economici delle aziende.

Federconsumatori Nazionale

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]