logo

SALDI INVERNALI: LE PRIME SEGNALAZIONI DI SCORRETTEZZE

Iniziano ad arrivare a Federconsumatori Modena le prime segnalazioni di scorrettezze commerciali nell'appena iniziata campagna di saldi invernali. Una coppia, ad esempio, ha segnalato la moltiplicazione degli articoli in vendita in un negozio della città che frequentano abitualmente. Articoli mai visti prima all'interno del negozio, quindi nulla a che fare con i saldi delle rimanenze della stagione.
Altri hanno segnalato l'abuso del termine “Saldi”, per una normale campagna promozionale in una catena dell'elettronica, senza dimenticare i soliti venditori di poltrone e divani, che offrono addirittura “doppi saldi”, con le consuete discutibili tecniche di vendita. Poi c'è il caso di una consumatrice che il 4 gennaio si recava ad acquistare un giaccone da uomo presso il negozio “Malcom Italia”, sito nella galleria del centro commerciale La Rotonda.
Il 29 dicembre il giaccone era posto in vendita in vetrina a 99 euro; la signora fotografava l'articolo e all'avvio dei saldi ritornava presso il negozio con l'intenzione di acquistare il giaccone scontato. Qui scopriva che il prodotto veniva offerto a 69 euro, quindi con uno discreto sconto del 30%. Peccato che il cartello esposto dichiarasse che il prezzo pieno era 119 euro, e che lo sconto era quindi del 42%.
Convinta che si trattasse di un errore la cliente segnalava la cosa al venditore. Questi negava la cosa con decisione, ripetutamente, anche di fronte alla foto che dimostrava la cosa. Ricordiamo che comportamenti simili possono configurarsi come frode in commercio, pesantemente sanzionata dalle norme vigenti. Non si possono millantare sconti non reali, o superiori alla realtà, al solo scopo di “acchiappare” il cliente. Com'è finita? Pur considerando 69 euro un buon prezzo la cliente non ha acquistato il giaccone, perché irritata dal comportamento del venditore.
Per parte nostra riteniamo necessario fare il nome del negozio, per non assimilare i tanti operatori commerciali che rispettano le regole a quelli che non lo fanno.
Ricordiamo che le disavventure da saldi possono essere segnalate a Federconsumatori Modena all'indirizzo mail info@federconsumatori-modena.it

Marzio Govoni - Federconsumatori Modena

Realizzato nell'ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia-Romagna con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2018

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]