logo

“CASA VELOCE”, COPPIE FELICI?

Si tratta, o meglio si trattava, di una agenzia immobiliare di Modena. Una agenzia immobiliare che però premetteva, nel modulo che faceva firmare ai clienti, di non essere una agenzia immobiliare, ma un semplice “servizio di informazioni in campo immobiliare”.

Casa Veloce. L'affitto e la vendita tra privati” era fino a poco tempo fa in via Verdi 14 a Modena. Oggi i locali sono vuoti, l'insegna sparita, nessuna indicazione è presente e il telefono squilla a vuoto; sono inutili i tentativi di raccogliere informazioni dalle altre sedi di questo soggetto. C'è un sito, dove appaiono le sedi di Roma, Milano, Bologna e Torino. Modena curiosamente era ed è assente.

Va però detto che qualcuno aggiorna quotidianamente le inserzioni relative a Modena, che appaiono in rete. Inserzioni curiose, di appartamenti in affitto a prezzi spesso ridottissimi; ma una volta aperta l'inserzione l'appartamento di 130 mq in affitto a Modena, a 420 euro, si trasforma in una semplice stanza in affitto. Mancano le foto, perché Casa Veloce non ha immobili da affittare, ma semplicemente raccoglie in rete informazioni su immobili in affitto, alterandole per renderle irriconoscibili e vendendo i numeri telefonici, altrove in chiaro, al non tenue prezzo di 250 euro, sotto forma di un diritto a ricevere dati ed informazioni per sei mesi.

Ma che senso ha vendere informazioni già disponibili in rete? Nessuno.

Non a caso la maggior parte di “utenti” di questo servizio informativo sono stranieri, che col miraggio di un percorso facilitato per affittare un immobile, unito ad un presunto sostanzioso sconto sull'affitto procurato dall'agenzia/non agenzia, versano 250 euro per un foglietto con una decina di numeri di telefono. Da quei numeri c'è chi risponde che l'appartamento è appena stato affittato, altri rispondono che è stato affittato da molti mesi; altri si irritano perché non avevano autorizzato alcuna intermediazione, specie a pagamento.

Quasi sempre il foglietto coi numeri di telefono si rivela essere solo un pezzo di carta; ciò nonostante il sito nazionale di Casa Veloce annuncia trionfale che sono “98.223 le case che ti aspettano, 789 gli inquilini soddisfatti, 722 i contratti stipulati, 296 le coppie felici”.

Ma a Modena né le coppie né i singoli che si sono rivolti a Federconsumatori sono felici; anzi sono piuttosto arrabbiati. In particolare è arrabbiato chi ha versato 250 euro poco prima del lockdown, non ricevendo nemmeno il foglietto con numeri telefonici di chissà chi, scoprendo oggi che la filiale modenese non esiste più.

Questo è il caso dell'Agenzia/non Agenzia; ma cosa succede nelle vere Agenzie Immobiliari a Modena? Molti i segnali negativi. Si tratta di un settore composto da una infinità di soggetti, probabilmente troppi, dove non sono rare l'improvvisazione degli operatori e la scarsa professionalità. In particolare vengono segnalate informazioni scorrette ed insufficienti, ma anche notizie importanti nascoste all'acquirente, clausole vessatorie, provvigioni “ballerine”, costi eccessivi per il servizio fornito. Si intuiscono probabili accordi di cartello, almeno in alcune aree della provincia, per mantenere provvigioni elevate. Troppo spesso i clienti, acquirenti e venditori, sembrano essere visti solo come un pollo da spennare.

Federconsumatori ne parlerà prossimamente; per il momento chi avesse versato 250 euro a Casa Veloce, senza trovare una casa in affitto, può rivolgersi a noi.

Marzio Govoni

Presidente Federconsumatori Modena APS

2 luglio 2020

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo. close [ informativa ]